LiLLa Film

La Val che Urla

 

"La Val che Urla" è finalmente un film.

Qualche dato interessante: 18 mesi complessivi di lavorazione, 45 giorni di riprese, 23 location, 2.289 clip video registrate, 1.3TB di girato, 42 persone coinvolte tra attori e comparse, 5 voci fuori campo, 1 operatore drone, 3 cani  ed il cervo Massimino.

 

Tutto ciò è divenuto un lungometraggio di 107 minuti, il cui trailer è stato presentato in anteprima il 30 agosto 2019 allo Spazio Regione Veneto - Hotel Excelsior - Lido di Venezia, in concomitanza della 76a Mostra del Cinema.

Si tratta di un film noir, dalle tinte fosche, ambientato in un piccolo paese di montagna, dove si svolgerà l’intera vicenda.

 

Il protagonista, è un ingegnere cinquantenne che in seguito alla perdita del lavoro, fugge dalla città e ritorna nei luoghi conosciuti da bambino, per cercare un momento di serenità, ma viene, invece, coinvolto in una sequenza di omicidi che si scopriranno essere legati ad avvenimenti della sua infanzia.

 

L’atmosfera cupa di una valle montana, circondata da una natura selvaggia, lontana dai circuiti turistici, s’intreccia con un ambiente claustrofobico, dove la neve condiziona il succedersi degli avvenimenti, fino al colpo di scena finale, dove si comprenderà che spesso le cose non sono come sembrano.

L'opera ha ottenuto il Patrocinio dei Comuni di Primiero San Martino di CastrozzaCanal San Bovo, Mezzano, Imèr, Castello Tesino, dell' APT San Martino di Castrozza - Primiero - Vanoi, della Vicenza Film Commission, nonché il sostegno del Consorzio Turistico Valle del Vanoi, del noto marchio di abbigliamento outdoor Zotta Forest, della Gi. Di. Meccanica Spa, di Vazzola (TV) e di Radio Più di Taibon Agordino.

© 2018 by LiLLa Film

  • Facebook LiLLa Film
  • Vimeo Black Round
  • YouTube Social  Icon