LiLLa Film
logo david.jpg
ACCADEMIA DEL CINEMA ITALIANO
PREMI DAVID DI DONATELLO

LiLLa Film è orgogliosa di annunciare che il lungometraggio, La Val che Urla”, della regista trentina Lucia Zanettin, è stato ammesso in concorso, dall’Accademia del Cinema Italiano, alla 66a edizione dei Premi David di Donatello 2021.

L’Accademia del Cinema Italiano, il cui Direttivo rappresenta gli artisti, le associazioni e vari componenti della filiera audiovisiva, contribuisce a sostenere e celebrare il prodotto italiano, l’eccellenza dei nostri talenti, con l’auspicio che il Cinema superata l’emergenza sanitaria possa proporre sempre più titoli, importanti ed accattivanti, agli spettatori in sala.

Il film, girato nell’autunno-inverno 2018-2019, nelle valli trentine del Primiero e Vanoi, è stato presentato in anteprima il 30 agosto 2019 allo Spazio Regione Veneto - Hotel Excelsior - Lido di Venezia, in concomitanza della 76a Mostra del Cinema.

Si tratta di un film noir, dalle tinte fosche, ambientato in un piccolo paese di montagna, dove si svolge l’intera vicenda. Il protagonista, un ingegnere cinquantenne che in seguito alla perdita del lavoro, fugge dalla città e ritorna nei luoghi conosciuti da bambino, per cercare un momento di serenità, ma viene, invece, coinvolto in una sequenza di omicidi che si scopriranno essere legati ad avvenimenti della sua infanzia. L’atmosfera cupa di una valle montana, circondata da una natura selvaggia, lontana dai circuiti turistici, s’intreccia con un ambiente claustrofobico, dove la neve condiziona il succedersi degli avvenimenti, fino al colpo di scena finale, dove si comprenderà che spesso le cose non sono come sembrano.

Tra i protagonisti del lungometraggio ricordiamo Piergiorgio Piccoli, Guenda Goria, Diego Carli, Luca Zanfron e la trentina Fiammetta Nena, al suo debutto sugli schermi nella duplice veste di attrice e cantante, nonché autrice della canzone originale "Your tears don't make a sound" che fa da colonna sonora al film assieme alle musiche del maestro Valerio Vigliar. 

La regista Lucia Zanettin, dice: “l’ammissione in concorso costituisce per me già una grande vittoria; il pubblico in sala ha amato l’autenticità delle atmosfere montane in cui la trama si sviluppava, la psicologia dei personaggi e l’intensa interpretazione degli attori.”

© 2020 by LiLLa Film

  • Facebook LiLLa Film
  • Vimeo Black Round
  • YouTube Social  Icon